Economia

Spread Btp/Bund oggi, giovedì 6 dicembre 2018: differenziale in crescita

Pubblicato il Pubblicato da Biagio Romano
  • Spread Btp/Bund, l’andamento del differenziale tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi e sugli indici di borsa internazionali. Peggiorano rapporti Usa – Cina

    Spread Btp/Bund
    Spread Btp/Bund in tempo reale

    Spread Btp/Bund, chiusura in salita mentre le borse europee tracollano

    Le incertezze sui rapporti USA – Cina causano volatilità dei mercati, con tutte le principali borse internazionali che, hanno chiuso in negativo. I conflitti commerciali tra le due potenze si sono ulteriormente inclinati dopo l’arresto di Meng Wanzhou in Canada, la numero due di Huawei e figlia del fondatore del marchio della telefonia. Per ciò che riguarda lo spread, ieri incoraggiante chiusura sotto la soglia dei 280 punti. Il differenziale ha chiuso in forte salita attestandosi a 297,20, ma i livelli di guardia sono decisamente bassi. In netto calo tutti gli indici delle borse europee.

    18:00 Spread Btp/Bund 297,20 (+6,45%), Ftse Mib -3,54%, Euro-Dollaro 1,136665 (+0,16%), Petrolio (WTI) 50,99 (-3,59%), Dax 30 -3,24%, Cac 40 -3,31%.

    17:15 Spread Btp/Bund 297,10 (+6,41%), Ftse Mib -3,07%, Euro-Dollaro 1,139075 (+0,38%), Petrolio (WTI) 50,73 (-4,08%), Dax 30 -2,79%, Cac 40 -2,94%.

    16:30 Spread Btp/Bund 292,20 (+4,66%), Ftse Mib -2,93%, Euro-Dollaro 1,139345 (+0,40%%), Petrolio (WTI) 51,58 (-2,48%), Dax 30 -2,79%, Cac 40 -2,71%.

    14:19 Spread Btp/Bund 287,80 (+3,08%), Ftse Mib -2,41%, Euro-Dollaro 1,13486 (0,00%), Petrolio (WTI) 50,72 (-4,10%), Dax 30 -2,51%, Cac 40 -2,40%.

    13:30 Spread Btp/Bund 287,60 (+3,01%), Ftse Mib -2,45%, Euro-Dollaro 1,1336(-0,11%), Petrolio (WTI) 51,27 (-3,06), Dax 30 -2,37%, Cac 40 -2,24%.

    11:40 Spread Btp/Bund 284,30 (+1,83%), Ftse Mib -2,38%, Euro-Dollaro 1,1337 (-0,10%), Petrolio (WTI) 50,44 (-4,63), Dax 30 -2,33%, Cac 40 -2,40%.

    10:30 Spread Btp/Bund 282,40 (+1,15%), Ftse Mib -1,84%, Euro-Dollaro 1,132965 (-0,16%), Petrolio (WTI) 52,42 (-0,89), Dax 30 -2,00%, Cac 40 -1,92%.

    10:00 Spread Btp/Bund 283,10 (+1,40%), Ftse Mib -1,52%, Euro-Dollaro 1,132935 (-0,17%), Petrolio (WTI) 51,81 (-2,04), Dax 30 -1,63%, Cac 40 -1,58%.

    Aperture in negativo in Europa

    Come previsto, aprono in negativo i principali titoli borsistici internazionali. Piazza Affari ha inaugurato la giornata con un -1%, in linea con le flessioni dei mercati asiatici. Male il Dax 30 di Parigi, a -0,93%, e il Cac 40 di Londra, a -1,14%. In tutti e tre i casi, il calo persiste e, al momento, il rosso di giornata si attesta su proporzioni ancora più ampie.

    Mercato asiatico: chiusure negative

    Male anche i titoli di borsa asiatici. Tokyo ha chiuso con un passivo dell’1,91%, peggio ha fatto Shenzhen, che lascia il 2,16%; male anche Shanghai (-1,66%) e Hong Kong (-2,96%). Calo consistente anche per la borsa di Seul, a -1,55%. Contiene le perdite Sidney, che registra un negativo contenuto, pari a -0,22%, meno interessata dai conflitti commerciali tra Stati Uniti e Repubblica Popolare Cinese.

    Fonte: Ansa

  • Titolo Juventus arriva in Ftse Mib, fuori Mediaset

    Profondi scossoni in seno alla borsa Ftse Mib: Mediaset esce dal maggiore indice di Piazza Affari, entrano invece i titoli di Juventus e di Amplifon. L’andamento dei titoli della squadra di calcio, in particolare, sta attestando un trend di crescita verticale, inaugurato dall’arrivo in maglia bianconera del top player Cristiano Ronaldo in estate. La notizia dell’entrata in Ftse Mib spinge il titolo della Juventus, che fa segnare un incremento de 3,58%. Il target price è salito da 0,70 euro a 1,40. Da inizio anno, l’incremento del titolo è stato pari al +60%. Fuori d Ftse Mib anche Mediolanum.

    Fonte: Finanza.com

    Attenzione a Tenaris

    Gli occhi oggi saranno puntati anche su Tenaris, a rischio di forti perdite dopo lo scoppio dello scandalo corruzionein Argentina che vede coinvolto anche Paolo Rocca, Amministratore Delegato del brand di Piazza Affari. In apertura, il titolo ha fatto segnare una flessione d 1,61 punti percentuali, attestandosi poi a -2,35%, ma si teme che il calo possa proseguire e assumere dimensioni ancora più significative.

    Fonte: borsa.it

Biagio Romano

L’informazione a tutto tondo è il mio pane quotidiano: ho iniziato a scrivere sul web molto presto, senza sapere che questo sarebbe poi diventato il mio lavoro. Dall’attualità allo sport, dalla politica alla tecnologia: provo a non farmi mancare nulla. Nato a Napoli nel 1993, sempre in movimento: viaggiare è senza dubbio la mia passione più grande.

Condividi: