Economia

Istat, in Italia a novembre aumenta la disoccupazione ma calano gli inattivi

Pubblicato il
  • I dati dell’Istat relativi a novembre 2016 segnalano un miglioramento nell’atteggiamento dei cittadini verso la ricerca di occupazione. Ma il tasso di disoccupazione tra i giovani aumenta dell’1,8%

    Istat, in Italia a novembre aumenta la disoccupazione ma calano gli inattivi - Foto Disabilabile
    Istat, in Italia a novembre aumenta la disoccupazione ma calano gli inattivi – Foto Disabilabile

    Istat, in Italia a novembre aumenta la disoccupazione ma calano gli inattivi

    Aumenta la disoccupazione a novembre in Italia, ma calano gli inattivi: è quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’Istat. La stima sul tasso di disoccupazione nel penultimo mese del 2016 è infatti salita all’11,9%, con um aumento di 0,2 punti percentuali su base mensile, toccando così il dato più alto da giugno 2015. Sono 57 mile i senza lavoro in più, 1,9% dopo il calo dello 0,6% registrato nel mese precedente. Un aumento, fanno sapere gli statistici, attribuibile a entrambe le componenti di genere e si distribuisce tra le diverse classi di età, ad eccezione degli ultracinquantenni. Contestualmente, però, aumentano gli occupati: a novembre si registra infatti un dato positivo dello 0,1% (19 mila persone) su base mensile, riguardante le donne e le persone ultracinquantenni: aumentano gli indipendenti e i dipendenti permanenti, calano invece i lavoratori a termine. Il tasso di occupazione è in aumento di un decimale rispetto a ottobre: 57,3%.

  • Se si prende in considerazione il trimestre settembre-novembre, si nota una sostanziale stazionarietà degli occupati dopo l’esaurimento della spinta dei mesi precedenti grazie agli sgravi fiscali: nel trimestre si registra infatti un lieve calo degli occupati rispetto ai tre mesi precedenti. Il calo riguarda gli uomini, le persone tra i 15 e 49 anni e i lavoratori dipendenti; segnali di crescita per donne e over 50. Si nota però un atteggiamento diverso dei cittadini italiani verso la ricerca di occupazione: cala la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni. -0,7%, ovvero 93 mila persone che non lavorano né cercano lavoro in meno. Il tasso di inattività scende così al 34,8%, in diminuzione dello 0,2%. Drammatica, invece, la situazione che riguarda i giovani: il tasso di disoccupazione giovanile sale al 39,4%, in aumento di 1,8 punti percentuali rispetto al mese precedente (è il dato più alto da ottobre 2015).

    A cura di Biagio Romano