Economia

Decreto Fiscale 2019, dopo il si al Senato è legge: le ultime novità fiscali

Pubblicato il Pubblicato da Marco Antonio Tringali
  • Ecco cosa contiene il nuovo Decreto Fiscale 2019 appena approvato dal Parlamento

    Decreto Fiscale 2019: ecco le novità

    Decreto Fiscale 2019: via libera alla Fatturazione Elettronica e al Bonus Bebè

    Dopo aver ottenuto il si della Camera, il decreto fiscale è legge ufficialmente. Si tratta del testo che include la Pace Fiscale e che individua le entrate previste dalla manovra finanziaria del 2019. Nel nuovo decreto è incluso anche il rinnovo del bonus bebè, la tassa sul money transfer e l’aumento delle multe per gli automobilisti che vengono ‘pizzicati’ senza copertura assicurativa, come si legge sul sito QuiFinanza.it.

    Ma vediamo quelle che sono nel dettaglio le novità più interessanti contenute nel decreto fiscale approvato venerdì 14 dicembre. E’ stata approvata la sanatoria sugli errori formali nella compilazione della dichiarazione dei redditi per gli errori commessi entro il 24 ottobre 2018. Versando 200 euro per ciascun periodo d’imposta cui si riferiscono le violazioni, si sana la posizione. Il versamento dovrà essere effettuato in due rate entro il 31 maggio 2019 ed entro il 2 marzo 2020.

    La rottamazione-ter

    Nel nuovo decreto fiscale, sono state alleggerite anche le rate per la rottamazione-ter. Il numero delle rate salirà da 10 a 18 che potranno essere spalmate fino a 5 anni. Le scadenze per i pagamenti saranno 4 e non più due dal 2020 mentre rimangono due le scadenze per il 2019 (31 luglio e 30 novembre).

  • Via libera alla Fatturazione Elettronica

    Col nuovo decreto fiscale verrà anche dato corso alla fatturazione elettronica a far data dall’ 1 gennaio 2019 ma rimarranno sospese le sanzioni per ritardi nel primo semestre. L’obbligo nel 2019 non riguarderà gli operatori sanitari che utilizzano la tessera sanitaria per la precompilata. A far data dall’1 luglio le fatture dovranno essere emesse entro 10 giorni dall’operazione mentre entro il 15 del mese successivo all’emissione sarà obbligatorio effettuarne la registrazione delle stesse.

    Più ricco il Bonus bebè

    Il nuovo decreto fiscale ha anche confermato il bonus bebè ma solo per il primo anno con una maggiorazione del 20% per ogni figlio successivo al primo. L’importo dell’assegno ammonterà a 960 euro (80 al mese) per il primo figlio per le famiglie con Isee fino a 25.000 euro. Se l’Isee è inferiore ai 7 mila euro, l’importo dell’assegno salirà a 1.152 euro dal secondo figlio.

Marco Antonio Tringali

Scrivere e raccontare i fatti, i dilemmi e i cambiamenti della società sono il mio pane quotidiano. Sono esperto di economia ma seguo molto anche i vari temi di attualità e non di meno lo sport. Ho esperienza anche in materia di Salute, appassionato di letture che trattano tematiche come scienza dell'alimentazione e informazione scientifica. Come hobby suono la chitarra e ascolto tanta musica. Il rock è la mia religione, lo ritengo uno dei linguaggi universali dell'umanità.

Condividi: